20/01/2021

MSM sostiene i giovani e lo sport, a fianco del BOXE TEAM PIPIA

“Io non campo con la boxe, io vivo per la boxe”. Una vita spesa per il pugilato, dall’età di 16 anni, quando sulla sua strada, che poteva prendere una brutta piega, è comparsa questa antica disciplina, che lo ha salvato.  Giorgio Pipia è un uomo appassionato, che vola nella tela dei ricordi del suo passato e costruisce ancora oggi un presente fatto di impegno, dedizione e passione.

“Con il pugilato non ci si campa, non è tra gli sport che ti fanno fare i soldi – racconta. Per cui ho sempre lavorato, prima come operaio e poi come guardia giurata. Lavoro e famiglia sono sempre stati al primo posto nei miei pensieri, ma la boxe è sempre stata nel mio cuore”.

Il pugilato è entrato nella sua vita nel 1975 e non ne è mai più uscito: 190 incontri, 2 anni con indosso la maglia della nazionale italiana, 26 anni da professionista. Sul quel quadrato ha combattuto contro nomi quali Nati, Oliva, Stecca, uomini con i quali, pur “essendosele date di santa ragione sul ring” oggi è in stretta amicizia.

Perché la boxe è questo. In apparenza dare e ricevere pugni, ma in sostanza disciplina che porta con sé alcuni valori fondamentali: il rispetto, l’educazione, l’autocontrollo. Valori che oggi Giorgio Pipia, pensionato, insegna a tutti i ragazzi che entrano nel suo Boxe Team Pipia.

Il Boxe Team Pipia è una piccola realtà che ha sede a Concesio, dove si è trasferita nel 2020. Giorgio Pipia è un po’ il Mickey Goldmill di Rocky e la sua palestra è quel mondo dove persone di tutti i tipi si avvicinano per conoscere e addentrarsi nel mondo della boxe. Nel tempo Giorgio ha allenato oltre 300 ragazzi, dai 12 ai 50 anni, e alcuni hanno intrapreso la strada dell’agonismo.

“C’è chi arriva attratto dall’arte antica della boxe, chi è solo curioso, chi arriva perché vuole imparare a difendersi dai bulli e chi si crede bullo e non sa che imparerà una disciplina. Arrivano tanti ragazzi mandati dai servizi sociali, perché la boxe è anche una terapia per migliorare se stessi”. Un lavoro e una passione infaticabili quelli di Giorgio resa possibile anche da chi crede in lui e in ciò che fa.

In prima fila a tifare per il Boxe Team Pipia, Metallurgica San Marco, partner ufficiale della piccola palestra di Concesio. Come per altre realtà bresciane, MSM sostiene il team per la filosofia che porta avanti, perché vuole dare un aiuto concreto a tutte quelle realtà del territorio che mettano al centro il talento e che promuovono i sani valori dello sport.

“Tempo fa ho conosciuto Marco Gambarini – conclude Pipia –  presidente di Metallurgica San Marco. La sua indole sportiva innata, il suo voler far bene al territorio e il suo voler incentivare i giovani, ci ha subito fatto entrare in sintonia. Proprio grazie al grandissimo aiuto che Metallurgica San Marco ci sta dando, possiamo dare tutto il sostegno ai nostri ragazzi ed offrigli un ambiente che sia in grado, speriamo davvero, di dare vita a nuovi campioni di domani”.