01/07/2020

MSM. Confermata la IATF, certificazione top del mercato automotive

Ideata dai più grandi costruttori mondiali di auto, la certificazione volontaria IATF 16949:2016 – ex ISO-TS 16949 – è la più stringente e selettiva norma di riferimento per il mercato automotive.
Le aziende certificate IATF in Italia sono selezionatissime, solo 1400. Nel 2019 il comparto di Brescia-Bergamo ha superato (per numero di aziende certificate) l’area torinese, storicamente impegnata in questo settore grazie a tutto l’indotto FIAT.

La riconferma della certificazione IATF per Metallurgica San Marco – che l’ha ottenuta per la prima volta nel 2014 – mostra come l’azienda di Ponte San Marco abbia rispettato gli elevatissimi standard e i principali obiettivi che essa prevede e che sono: la standardizzazione dei processi, l’incremento delle prestazioni dei fornitori, l’attenzione ai feedback del cliente.

“Per ottenere e mantenere questa certificazione – spiega Bruno Cavagnini, Responsabile Qualità di MSM – è necessario dare evidenza, anno dopo anno, di un miglioramento continuo dei processi, focalizzando la propria attività produttiva sulla qualità del prodotto e sulla soddisfazione del cliente. Per questo va fatto un importante lavoro sia in termini documentali che di mappatura dei processi, stesura di procedure, istruzioni operative, registrazioni, verifiche e validazioni sul campo. La certificazione viene rilasciata dopo alcune giornate di audit da parte dell’ente certificatore, che deve raccogliere le evidenze, verificarle e formalizzarle attraverso un processo definito secondo regole stabilite dagli organismi deputati, uno su tutti il VDA*”.

A livello mondiale sono circa 66.000 le aziende certificate IATF, di cui circa 44.000 nel far East (67%), seguito dall’Europa (18%). Nella UE è la Germania a fare da capofila con 3.500 certificazioni, seguita da Italia, Francia (1.050), Spagna (950).

*Verband der Automobilindustrie, Associazione dell’Industria Automobilistica Tedesca