SCIENZA E NEUROSCIENZA ENTRANO IN AZIENDA: LA MSM ACADEMY DI METALLURGICA SAN MARCO

SCIENZA E NEUROSCIENZA ENTRANO IN AZIENDA: LA MSM ACADEMY DI METALLURGICA SAN MARCO

“La complessità crescente, un mercato più selettivo e le sfide dell’internazionalizzazione ci impongono di performare sempre di più come azienda. Le principali aree di crescita in un settore maturo come il nostro impongono due scelte: l’innovazione tecnologica costante in termini di automatizzazione e di specializzazione dei processi per incrementare la qualità del prodotto e il controllo delle fasi di lavorazione, e un investimento costante sulle risorse umane che li gestiscono, per instaurare una cultura del valore e ridurre gli sprechi causati da migliorabilità dei processi e necessari interventi di empowerment delle persone. I progetti avviati con le Università agiscono proprio su questi fronti ed, essendo obiettivi sfidanti, abbiamo voluto dare vita al progetto MSM Academy, che riunisce sotto un unico cappello questi due grandi assi di intervento: tecnologia e persone, insieme verso l’eccellenza”.

Con queste parole Marco GambariniPresidente di Metallurgica San Marco, azienda bresciana leader nella produzione e nella lavorazione dell’ottone, ha presentato oggi l’ambizioso e innovativo progetto MSM Academy, nato con la consapevolezza che oggi la gestione delle risorse e delle loro competenze rappresenta il vero gap competitivo delle aziende. In questo processo, molto delicato perché porta alla rivisitazione di organigrammi e composizione di team, Metallurgica San Marco (MSM) è stata capace di fare un salto evolutivo andando ad esplorare settori fino ad ora lontani dall’industria cosiddetta ‘pesante’, ovvero la scienza e, per la prima volta in assoluto in Italia, la neuroscienza, affidandosi al mondo accademico per avere valutazioni e soluzioni con un chiaro fondamento scientifico.

Questo per Metallurgica San Marco è l’anno della sfida – commenta Alessandro Rasetta, Soft HR Manager Metallurgica San Marco. Non a caso lo abbiamo definito, quasi provocatoriamente, ‘Anno della felicità’, impegnandoci ad accettare le richieste di miglioramento continuo e sostenendo gli sforzi necessari per consolidare il cambiamento verso l’eccellenza già intrapreso negli anni scorsi. L’azienda sosterrà questi processi con gli investimenti che servono, mentre le persone lo alimenteranno mettendosi in gioco, seriamente”.

Per strutturare l’Academy, Metallurgica San Marco si è rivolta in particolare all’Università di Brescia tramite il laboratorio di ricerca RISE e lo spin-off accademico IQ CONSULTING, sotto la supervisione del Prof. Marco Perona, e a Umana Analytics, realtà specializzata nelle neuroscienze applicate alle risorse umane, sotto il coordinamento del Prof. Riccardo Palumbo.

Attraverso il progetto Brass Manufacturing Optimization – spiega il Professor Marco Perona – tre diversi team dell’Università hanno studiato il processo produttivo identificando e eliminando le criticità dal punto di vista metallurgico, tecnologico ed impiantistico. Con questo intervento l’azienda è riuscita ad accrescere in modo significativo la qualità del prodotto, la conformità del processo, il rigore e la completezza del proprio Sistema Qualità. Il miglioramento tecnologico del processo produttivo e l’accresciuta capacità di pianificazione hanno avuto come logico contraltare una ridefinizione dei ruoli organizzativi interni, effettuata dopo un accurato studio delle conoscenze teoriche, capacità pragmatiche, attitudini e motivazioni delle 20 persone apicali dell’azienda, inclusi gli imprenditori. Questo ha portato a rivedere l’organigramma aziendale, ad evidenziare le posizioni scoperte e a fornire indicazioni su come coprirle al meglio. Infine – aggiunge Perona – l’ingresso in azienda di alcuni profili nuovi, l’apertura di ruoli nuovi, l’introduzione di metodi di lavoro innovativi e tecniche gestionali più rigorose hanno aperto la strada per un investimento organico, strutturato e sostenibile nel tempo in formazione e qualificazione del personale a tutti i livelli ed in tutte le aree aziendali, sia dal punto di vista delle conoscenze (sapere) sia delle competenze pragmatiche (saper fare) sia, infine, delle attitudini (saper essere)”.

Il nuovo programma che l’azienda sta varando in questi giorni è per l’appunto una vera e propria “corporate academy” alla quale affidare l’impostazione e l’erogazione dei programmi formativi, a cura di IQ e primarie realtà del territorio e partner MSM (Saef), che abbracceranno temi come il Team managemenet, la Giocoleria manageriale, l’Intelligenza emotiva, la Gestione dello stress, il Public Speaking. Tale intervento si accompagnerà ad un programma di incentivazione del personale aziendale orientato ai risultati, secondo la ben nota prassi del “Management by Objectives” (MBO), e ad una revisione della strategia di lungo termine sviluppata dall’azienda.

Pionieristica a livello nazionale, Metallurgica San Marco ha affiancato poi, al processo già avviato, il ‘progetto fiducia’, introducendo le neuroscienze in azienda. Attraverso due strumenti usati in campo biomedico e interviste mirate, ad opera di uno staff dedicato di Umana Analytics, spin-off dell’Università di Chieti, è stato infatti possibile individuare le reti di relazioni e i rapporti di fiducia intercorrenti tra le funzioni trasversali, per impostare un percorso di intervento, anche formativo, volto alla creazione di un gruppo di responsabili, manager e dirigenti ad alte prestazioni. In particolare, sul fronte strumenti, sono stati utilizzati il “naso elettronico”, che registra i metaboliti emessi del nostro corpo, variabili a seconda dei diversi stimoli sensoriali e delle situazioni di contesto, permettendo di rilevare la risposta fisiologica e l’apertura o chiusura emotiva che hanno le persone intervistate l’una nei confronti dell’altra; e il “neurobiofeedback”, che capta i segnali fisiologici relativi allo stress, e determina ed evidenzia, completandolo, il quadro sopra descritto.

L’obiettivo di ogni organizzazione – spiega il Professor Riccardo Palumbo – è fare profitto creando valore per i propri clienti, siano essi esterni che interni, cioè le persone che vi lavorano: il successo è determinato da una serie di decisioni critiche sulla qualità e il design dei prodotti e sui processi che coinvolgono tutti questi interlocutori. I progressi della ricerca neurobiologica ed economico-comportamentale consentono la comprensione profonda del comportamento umano e rappresentano nuove e più oggettive risorse per la creazione di valore nelle organizzazioni. Il ‘progetto fiducia’ riguarda uno degli asset più importanti del capitale aziendale: la relazione tra le persone e la qualità delle relazioni esistenti in azienda”.

Percorrendo l’obiettivo di valorizzazione, potenziamento e riconoscimento delle persone, espresso con la MSM Academy, Metallurgica ha mosso un ulteriore passo, dando vita al progetto “MSM Talent” che prevede sia l’attivazione del programma Alternanza Scuola-lavoro, sia l’erogazione di borse di studio per i figli dei dipendenti che si distinguono per meriti scolastici. Le borse, che copriranno i costi dei libri di testo e le iscrizioni in Università per gli studenti più meritevoli, verranno assegnate da un’apposita commissione che premierà i talenti del domani.

L’affidarsi ai migliori talenti sul campo e la visione orientata ad identificarli nelle nuove generazioni, in un’ottica di formazione e investimento, ci ha portato ad attivare partnership e attività che valorizzino le nuove risorse – conclude Marco Gambarini. Un impegno che ho assunto in prima persona, consapevole che l’agire per e con il territorio e il puntare sui giovani e sul loro futuro siano criteri chiave di crescita e di successo”.